Spaghetti alla Nerano
spaghetti alla nerano

Spaghetti alla Nerano

Gli Spaghetti alla Nerano sono un favoloso primo piatto della tradizione campana. In particolare l’origine pare risalire ad oltre 50 anni fa, quando in un ristorante magicamente nacque questo piatto. Così chiamato per via del luogo in cui è nato, cioè la baia di Nerano. Come tutte le cose meglio riuscite, questo primo piatto è nato per caso. In particolare lo chef di questo ristorante provò ad aggiungere del provolone piccante ad una pasta e zucchine. Fu così che nacquero gli Spaghetti alla Nerano.

Indice:

  1. Scelta degli ingredienti
  2. Spaghetti alla Nerano: ingredienti
  3. Procedimento
  4. Video ricetta degli Spaghetti alla Nerano
  5. Dettagli della ricetta “Spaghetti alla Nerano”

In questo articolo vi parlerò di alcuni piccoli consigli per la realizzazione. Innanzitutto è doveroso precisare che ho scelto la ricetta di Chef Stefano Barbato, cuoco amatissimo ed ormai fidato di questo blog. Se questa preparazione vi è piaciuta, seguite tutte le sue ricette qui: stefanobarbato. Tra l’altro Stefano, nella sua video ricetta che troverete qui in basso, utilizza proprio i nostri spaghetti artigianali. Buona lettura!

Scelta degli ingredienti

Spaghetti

Come mio solito vi parlerò degli ingredienti. E’ un passo fondamentale per la buona riuscita della ricetta. I nostri Spaghetti Artigianali, che chiaramente consiglio 😉 hanno la caratteristica di essere lavorati interamente a mano. Partendo dalla semola posso dire che scegliamo le migliori materie prime presenti sul mercato. Mercato locale ovviamente. Questo farà in modo che la pasta abbia un sapore davvero particolare e naturale. Inoltre la delicata lavorazione e l’essiccazione lentissima, contribuiscono a mantenere intatte tutte le caratteristiche organolettiche. Infine gli spaghetti sono tagliati e confezionati a mano. Non sono dritti e perfetti come quelli da supermercato, anche questo contribuisce a renderli unici ed assolutamente artigianali.

Caciocavallo Stagionato

Precisiamo che la ricetta originale prevede il provolone del monaco. Personalmente non lo trovo dalle mie parti, pertanto utilizzo il nostro Caciocavallo Artigianale dell’Alto Molise. Essendo ben stagionato, nulla ha da invidiare al provolone. Inoltre la lavorazione è comunque simile. La particolarità del nostro caciocavallo, anche qui, è la lavorazione. Rigorosamente artigianale, con solo latte molisano.

Olio extra vergine di oliva per gli Spaghetti alla Nerano

I nostri Spaghetti alla Nerano hanno bisogno di un olio buonissimo. Proprio per questo vi consiglio il nostro olio extra vergine di oliva biologico. Nella presentazione e cioè prima di portare il piatto a tavola, se volete davvero esagerare, aggiungete un filo di Olio Evo Rumignana Bio. E’ un olio particolare, totalmente molisano, prodotto da piante secolari. Per saperne dii più: oliva di colletorto del produttore Giorgio Tamaro.

Spaghetti alla Nerano: ingredienti

Alcuni ingredienti sono reperibili sul nostro shop, infatti basterà cliccare in corrispondenza di ognuno ed un link vi rimanderà alla pagina del prodotto.

Procedimento

Gli Spaghetti alla Nerano sono davvero facili e veloci da realizzare. Vediamo insieme come fare.

  • Innanzitutto puliamo le zucchine eliminando le estremità e tagliarle a rondelle piuttosto sottili. Potete farlo anche con l’aiuto di una mandolina, così vengono tutte uguali.
  • Mettere l’olio extra vergine di oliva in una pentola e portare a bollore a fuoco lento (170° C.). Friggere le zucchine un po’ alla volta, facendole cucinare bene. Le zucchine dovranno risultare belle dorate. E’ importante utilizzare l’olio extra vergine di oliva in quanto rilascia il suo sapore caratteristico. Se cucinate per più persone utilizzate sempre lo stesso olio di cottura, non serve cambiarlo. E’ anche importante abbondare con l’olio perché le zucchine ne assorbiranno di meno. In alternativa, con poco olio, le zucchine ne assorbiranno tantissimo. Di conseguenza saranno anche piuttosto pesanti da digerire.
  • Sulle zucchine fritte mettiamo un po’ di basilico e pepe. Infatti, così facendo, il calore farà uscire l’olio essenziale del basilico e darà profumo. Scoliamo bene le zucchine su carta assorbente.
  • Nel frattempo portiamo a bollore l’acqua per la pasta, salarla e cuocerla. Serviranno 11 minuti di cottura, ma bisognerà tirarli fuori un po’ prima, al fine di terminare la cottura con il condimento. Gli Spaghetti alla Nerano iniziano a prendere forma e gusto.
  • Grattugiare il caciocavallo o il provolone finemente. Infatti, se lo grattugiate più doppio, si attaccherà alla grattugia.

Preparazione del condimento

  • Successivamente, in una padella aggiungere olio e aglio in camicia, dopo averlo un po’ schiacciato. L’aglio in camicia aiuterà a non accentuare il sapore dell’aglio. Farlo dorare ed eliminarlo. Aggiungere le zucchine e la pasta scolata. Aggiungere un mestolo di acqua di cottura e mescolare vivacemente. In questo momento si formerà la crema.
  • Spegnere il fuoco ed aggiungere una metà del formaggio senza saltare. Mescolare solamente. Iniziare a saltare solo una volta che il formaggio sarà sciolto. Aggiungere la restante parte di caciocavallo o provolone. Infine non resta che una bella spolverata di pepe e basilico, rigorosamente spezzato a mano. Aggiustare di sale se necessario.
  • Infine trasferire nel piatto ed i nostri spaghetti alla Nerano sono finalmente pronti. A questo punto, se volete, aggiungete un filo di olio evo Rumignana bio. Di conseguenza il vostro piatto sarà ancora più saporito.

Video ricetta degli Spaghetti alla Nerano

Come anticipato i nostri Spaghetti alla Nerano sono stati realizzati dallo Chef Stefano Barbato. Infatti ho scelto la sua ricetta perché è davvero semplice e buonissima. Per finire, non mi resta che augurarvi buon appetito!

Dettagli della ricetta “Spaghetti alla Nerano”

Autore della ricettaChef Stefano Barbato
Preparazione2 persone
DifficoltàBassa
Tempo di cottura11 minuti per gli Spaghetti Artigianali
20 minuti per il resto della ricetta
Calorie620
Tempo di preparazione della ricetta30 minuti
Categoria ricettaPrimi piatti
CucinaItaliana
CostoBasso